Lo zenzero: il mio metodo di conservazione

zenzero

zenzeroUtilizzo questa spezia molto spesso, sia per la preparazione di piatti asiatici sia per quelli medio-orientali. Mi piace il suo gusto pungente e fresco che ricorda vagamente il limone. Le prime volte che l’ho acquistato, ovviamente, non lo consumavo tutto in un’unica preparazione; al super non lo vendevano singolarmente e dovevo necessariamente escogitare un modo per non farlo deteriorare e di conseguenza buttarlo. Allora ho preso il mio bel pc e sono andata alla ricerca di svariati metodi di conservazione.
Ho trovato che si può congelare!
Benissimo, quale potrebbe essere un sistema pratico, che mi permetta di avere la mia dose di zenzero ogni volta che lo desideri? Grattugiandolo e avvolgendone piccole quantità nella pellicola trasparente! Delle palline di zenzero nella giusta proporzione per le mie ricette.
Quindi, per prima cosa, pelo la radice servendomi di un cucchiaino; poi grattugio tutto con un tritatutto. Stendo la pellicola trasparente sul piano di lavoro e con un coltello la divido in quadrati grandi da contenere un cucchiaino di zenzero. Divido quest’ultimo nei vari quadrati e lo chiudo a mo’ di fagottino o pallina. Riunisco tutte le palline in un sacchetto per i surgelati et voilà! Le nostre porzioni di zenzero sono pronte per essere infornat..ehm messe in freezer 😀 Si può utilizzare anche senza farlo scongelare del tutto; in un wok bello caldo 30 secondi sono più che sufficienti 🙂

conservare lo zenzero

Spero che questo post vi sia stato d’aiuto, scrivetemelo nei commenti e alla prossima!

2 Comments

  1. Ghetasays: Reply

    Incredibilmente d’aiuto!! Geniale l’idea delle mono porzioni!!

    • Insolito menùsays: Reply

      😀 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TrackBack URL

http://www.insolitomenu.it/lo-zenzero-il-mio-metodo-di-conservazione/trackback/

PAGE TOP